TECNO-ALARM · via Ramazzini, 76 - 48018 Faenza (Ra) Tel.: 0546 622333

Videosorveglianza / Analogica

Parlare di videosorveglianza “analogica” non è corretto in quanto il termine implica l’uso di apparecchiature prive di sistemi di elaborazione digitale. In realtà il termine serve a distinguere questo tipo di sistemi da quelli basati su telecamere “IP”, ma in entrambi i casi abbiamo apparecchiature dotate di microprocessori in grado di elaborare i segnali, trasmetterli e memorizzarli.

La differenza sostanziale sta nel fatto che le telecamere sono direttamente e fisicamente collegate al proprio sistema di visualizzazione ed eventuale registrazione, delegando ad esso la maggior parte delle interazioni con l’utente.


Gli anni di esperienza nel settore, uniti ad una tecnologia collaudata e in grado di offrire una vastissima scelta di apparecchiature, rendono quella “analogica” la soluzione ottimale per installazioni piccole e medio piccole, sia in ambito residenziale che commerciale, nonchè nella piccola industria.


Il sistema base è molto semplice e comprende le telecamere, i monitor e l’apparecchiatura per la selezione ed eventualmente la registrazione e trasmissione delle immagini.

Telecamere
Speed-Dome

Telecamere dotate di motorizzazione per brandeggio orizzontale e verticale, normalmente equipaggiate con obiettivi zoom. Posso essere installate in esterno o in interno, a soffitto a parete o più spesso su pali di sostegno. Dispongono solitamente di funzioni evolute, come posizioni memorizzabili (preset), giri di ronda personalizzabili (tour), aree di privacy ed anche inseguimento di oggetti in movimento (tracking).
Il controllo avviene da tastiere con joystick o direttamente dal sistema di registrazione.

Tradizionali con obiettivo intercambiabile

La classica telecamera fissa per interno, che all’occorrenza può essere alloggiata in apposite custodie per esterno termoriscaldate per evitarne l’appannamento del vetro. Dai vecchi modelli in bianco e nero si è passati a modelli day&night, ovvero a colori in presenza di luce o in bianco e nero quando la luminosità dell’ambiente scende sotto una certa soglia (aumento della sensibilità del sensore ottico), eventualmente con analisi digitale del segnale per ottimizzare l’immagine. Grande importanza riveste la scelta dell’obiettivo più adatto all’ambiente e al tipo di telecamera.

Mini-Dome fisse

Per interno o per esterno sono telecamere compatte con obiettivo integrato, alloggiate in custodie in grado di offrire protezione al disorientamento e in qualche caso anche agli vandalici. Sono una valida alternativa alla soluzione tradizionale precedente, meno invasiva ed esteticamente più gradevole. Alcuni modelli possono essere installati sia a soffitto che a parete.

Telecamere "bullet"

Con questo termine si indicano di solito telecamere che possono essere installate indistintamente sia in interno che in esterno, di forma cilindrica con e senza tettuccio parasole. Sono molto versatili, di facile installazione e orientamento con la loro staffetta integrata, di solito piccole ed economiche, risultando un buon compromesso tra qualità e costo. Spesso sono equipaggiate con un sistema di led a luce infrarossa che consentono una illuminazione invisibile a breve distanza per riprese in bianco e nero in condizioni di totale assenza di luce.

Telecamere "discrete"

Si tratta di telecamere occultate, o facilmente occultabili per le piccole dimensioni, all’interno di oggetti di vario genere (come ad esempio rivelatori di presenza, componenti dell’impianto elettrico, etc.). Richiedono solitamente un’illuminazione adeguata dell’ambiente per via delle ridotte dimensioni dell’obiettivo.

Sistemi di videoregistrazione (DVR)

La nostra scelta, dettata in primo luogo da termini di affidabilità, è stata quella di proporre ai nostri clienti esclusivamente apparati digitali dedicati alla funzione di acquisizione delle immagini e all’archiviazione su dischi rigidi. Addio a sistemi su cassette VHS, a PC casalinghi con schede di acquisizione video e software approssimativi di dubbia stabilità, i sistemi dispongono normalmente delle seguenti funzioni:

  • archiviazione su hard disk di capacità opportuna costruiti per sistemi di videosorveglianza
  • ricerca rapida e intuitiva della registrazione
  • esportazione dei filmati su supporti USB (opzionalmente su masterizzatori)
  • telecomando
  • scheda di rete per interfacciamento con computer tramite browser o pacchetti software inclusi
  • registrazione su evento (movimento o allarme esterno)
  • controllo di telecamere speed-dome
  • utenti con password e livelli di accesso configurabili


A seconda del modello e della linea ADSL disponibile sarà inoltre possibile visualizzare le telecamere da un PC collegato a Internet piuttosto che da un dispositivo portatile (telefono, smartphone o palmare).

Monitor
Ad oggi i moderni schermi piatti LCD sono stati preferiti dagli utenti ai vecchi e ingombranti monitor a tubo catodico con la loro l’impareggiabile nitidezza di immagine.
La scelta per l’utente si concentra quindi sulle dimensioni dello schermo, da rapportare al numero di telecamere contemporaneamente visualizzabili e alla distanza dall’osservatore.
Complementi e accessori

La gamma di apparecchiature di complemento ai sistemi di videosorveglianza comprende :

  • selettori ciclici (visualizzazione sequenziale delle telecamere, funzione di solito integrata anche nel DVR)
  • compressori quad (visualizzazione contemporanea di più telecamere, funzione di solito integrata anche nel DVR)
  • distributori video (filtrano e rigenerano il segnale splittandolo su più uscite)
  • amplificatori video
  • alimentatori (adattano la tensione di rete ai valori richiesti per il funzionamento delle telecamere)
  • convertitori video per cavo di tipo UTP
  • gruppi di continuità (protezione e backup di alimentazione per il sistema)